Skip to main content

“Sun d’aixia in ti canti 2020” – “UNO STRAPPO” Il caso di Nicola Tommasoli

botti

By botti

Agosto 07, 2020

Venerdi 7 agosto Giardino di Note ore 20,15
“UNO STRAPPO” Il caso di Nicola Tommasoli
con Ture Magro, testo di Sara Parziani e Ture Magro. Produzione Teatro Verdi di Fiorenzuola d’Arda, Sciara Progetti Teatro
Con il Sostegno della Regione Emilia Romagna.“Sun d’aixia in ti canti 2020” si sposta dai carruggi del centro storico al Giardino di Note.

“I suoni di brezza” quest’anno portano a Carloforte i suoni e le parole che narrano una storia ispirata ad un fatto di cronaca realmente accaduto nella città di Verona. Protagonista è l’attore Ture Magro, già ospite dei Botti – come molti ricorderanno – con lo spettacolo indimenticabile “Malanova” anche questo basato su un agghiacciante fatto di cronaca. Ture Magro porta il pubblico dentro una vicenda italiana di grande impatto emotivo; dentro quella buia notte di metà primavera e quei giorni disegnati nella storia della città di Verona e della famiglia Tommasoli che rimarranno per sempre scritti nel bianco colore delle colonne di Corticella Leoni. La città dell’amore si ritrova ad essere scenario di un grave atto di violenza, un’aggressione che nasconde qualcosa di più profondo.
Uno strappo si propone come un altro di quei racconti che scavalcano il caso di cronaca, senza retorica, nella sua forma più primitiva ed irrazionale; un invito alla riflessione sull’etica della responsabilità e sulle possibilità del cambiamento, rivolto soprattutto a chi, con la violenza, non ha nulla a che fare e vorrebbe contrastarla. Ingresso libero fino ad esaurimento posti.
Si prega di venire muniti di mascherina protettiva.